Danza nel fuoco

Danza nel fuoco

– di Thomas Amadei

 

Lasciati trasportare

dalle vibrazioni

di una big band,

vola in alto

oltre gli orizzonti conosciuti.

Il jazz del condannato,

lasciato marcire nella carne

putrida del proprio inganno.

Rovista nella disperazione,

dei propri fantasmi,

per trovare il germoglio dei propri sogni.

Scava la terra per arraffare il

seme del peccato

coltivando noia e desiderio.

16-05-2017

L’opera dell’autore è stata riportata integralmente, con le sue licenze poetiche. Infatti si scorge subito l’utilizzo delle minuscole al posto di alcune maiuscole. Thomas Amadei di Verucchio, con i suoi versi pungenti dalle immagini dure, sostiene che alcune volte i ricordi sembrano finti, poichè si tende a  rammentare solo ciò che ci ha fatto piacere, dimenticando per convesso il dispiacere. Afferma altresì che è la noia a dar spunto alla 'memoria' del passato. Agnese Monaco.

SHARE IT: