Eco di Donna – l’evento sorpresa dell’estate 2019

Come un eco, appunto, risuona ancora oggi la bellissima rassegna musicale andata in scena per la prima volta sotto la direzione artistica di Chiara Raggi. Il Caffè dell’Orto ha egregiamente ospitato uno degli eventi “sorpresa” meglio riusciti finora dell’estate riminese. Sorpresa perché sebbene i presupposti, le persone e le idee fossero quelle giuste, e si capiva anche solo ascoltandole, non è mai semplice portare a casa un buon risultato nella risposta di un quartiere, di una città, delle persone. E invece siamo difronte al caso in cui le aspettative, che già erano belle corpose, sono state rispettate in pieno ed anzi, è rimasto nell’aria quel qualcosa in più. Ci aveva provato in realtà la sfortuna a mettersi contro con quel concerto di apertura di Mariella Nava, l’ospite di punta, rimandato a causa di uno di quei temporali estivi che portano via tutto, non la tenacia in questo caso. Si, perché poi Mariella è una testarda e sostenuta dall’organizzazione non ci stava proprio a lasciare a Rimini quel ricordo di lei. Subito quindi, insieme, hanno fissato una nuova data, andata in scena il 19 Luglio, e che serata!. Una Mariella educata, gentile e graffiante allo stesso tempo. Un’artista d’altri tempi che si porta dietro musiche e suoni di un filone cantautorale che purtroppo è in via d’estinzione. I musicisti che l’hanno accompagnata? dei veri fuoriclasse: Sasà Calabrese al basso e Roberto Guarino alla chitarra. Spessore.

Mariella Nava

La filosofia della kermesse era quella di esporre, come si fa con i quadri in una mostra, il cantautorato femminile, sempre poco in vetrina (non si sa bene poi per quale motivo). Donne cantautrici. Donne molto diverse tra loro. Donne.

Marina Mulopulos, Giulia Pratelli, Laura Benvenuti e Crista le altre 4 protagoniste, diverse tra loro appunto, ognuna con un’anima e un’identità ben definite, trasportate nella musica, dalla musica. Donne che hanno cavalcato il palcoscenico regalando al pubblico ispirazione, armonia, sorrisi, rottura (quella sana e rock) e riflessioni.

Marina Mulopulos
Giulia Pratelli (ph Fabiola Fenili)
Laura Benvenuti (ph Fabiola Fenili)
Crista

Momenti resi possibili da altre 2 donne che meritano una menzione speciale e che sono Daniela Mazza (titolare del Caffè dell’Orto) e Chiara Raggi (Cantautrice riminese e direttrice artistica dell’evento).

Daniela Mazza, Sasà Calabrese, Mariella Nava, Roberto Guarino, Chiara Raggi

Sentiamola Chiara.

Ciao Chiara Sabato si è conclusa questa rassegna incredibile in cui ti abbiamo vista nelle vesti inedite di direttrice artistica. Oggi è Martedì, hai avuto modo di respirare?

<<Ho appena cominciato a respirare… quando termina un’esperienza forte ed, per certi versi, impegnativa, c’è sempre una parte di sè che respira e una parte invece che vive di nostalgia, una parte che si dispiace che sia finita!>>

Raccontaci questa esperienza, è stato tutto come te lo aspettavi?

<<È stata un’esperienza straordinaria. L’aspettativa è un’arma a doppio taglio, se soddisfatta gratifica, se delusa… a volte mortifica. Io ho lavorato a questa prima edizione con l’intento di portare musica di qualità scritta, pensata e cantata da donne, organizzando i concerti alla luce di una domanda: “come vorrei essere trattata io?”. Per me, e per Daniela, è stato importante curare ogni aspetto in modo che le artiste potessero stare bene, sentirsi accolte e “coccolate”, che il pubblico potesse incontrare della bellissima musica e poterne godere a pieno. Penso che il nostro intento sia stato compiuto!>>

Cosa vuoi dire di Eco di Donna e chi vuoi ringraziare?

<<Questa prima edizione è solo l’inizio di un lungo viaggio che faremo nei prossimi anni nella musica d’autrice. Mi auguro che diventi un punto di riferimento per la musica al femminile a Rimini ed in tutta Italia. la mia lista di ringraziamenti è lunga. Il mio grazie va alle artiste che ci hanno emozionato, nota dopo nota, a Irene Gulminelli che ci ha permesso di “comunicare” al meglio e far conoscere questa nuova creatura, a Fabiola Fenili che ha documentato e seguito con passione ogni concerto, a Marco Ruzzo per la disponibilità e il suo lavoro creativo, a tutto lo staff del Caffè dell’Orto, donne con la D maiuscola, agli sponsor che ci hanno accompagnato, all’Associazione San Giuliano Mare per il sostegno, a Icaro Tv che ci è stato vicino come una famiglia, a tutte le testate giornalistiche e le radio che ci hanno dedicato spazio e attenzione, a Maurizio Morganti e i suoi tecnici per l’ascolto sempre impeccabile, a Daniela Mazza e alla sua passione lungimirante, al suo sorriso e al suo desiderio di fare cose belle. Ringrazio di cuore il pubblico che ci ha seguito fedelmente, ringrazio tutti quei volti che ho visto tornare, concerto dopo concerto. Ed infine ringrazio la Musica, per me fedele compagna da sempre che muove ogni mio passo e mi riempie di commozione>>.

Peroz

SHARE IT: